Creature

Wednesday, July 21, 2021, 7:00 PM

Considerato come “uno dei più influenti percussionisti degli ultimi 20 anni” (Modern Drummer 2006), Andrea Centazzo si è esibito nei più importanti festival e stagioni concertistiche, sia in Europa che negli Stati Uniti, come solista, direttore d’orchestra e in combinazione con altri grandi artisti. Dall’inizio degli anni 70 fino agli ultimi anni ha condiviso palco e studio con molti grandi percussionisti, suonando in duetti, trii e ensembles con Barry Altschul, David Moss, Andrew Cyrille, Pierre Favre, Alex Cline, Tony Oxley, Paul Lovens, Paul Lytton, Steve Hubback, Gino Robair e molti altri. Negli anni ha ricevuto una serie di prestigiosi premi musicali e video (Premio della Critica Discografica, Poll Downbeat Magazine, International Video Festival di Tokyo, Premio Arcanal della Cultura Francese, Jazz Forum Critic’s Poll, Premio Bruce Chatwin, Premio Dramalogue, e moltialtri). Nel 2006 il BOX celebrativo del 30° anno di attività della sua casa discografica ICTUS è stato nominato Box Set del 2006 dai giornalisti dell’associazione americana Jazz Critics. Da 20 anni Centazzo ha lavorato su esperienze multimediali, combinando musica dal vivo con le sue immagini video, mescolando strumenti tradizionali con le più recenti tecnologie di musica digitale. In questo set Centazzo presenta un set di strumenti acustici e non, usando computer e sequencer con campioni digitali, dove le sue melodie sapientemente mescolate con elementi minimalisti e virtuosistiche improvvisazioni percussive creano una musica al di là di ogni aspettativa. Manca da Padova da più di 20 anni, e questo concerto rappresenta perciò un'occasione rara e preziosa di ascoltare un indiscusso maestro della musica contemporanea, un pioniere multidisciplinare che sa ancora stupire, affascinare oltre che ispirare le giovani generazioni.


In collaborazione con A Love Supreme Impro Festival e Centro d’Arte degli Studenti dell’Università di Padova.


In apertura: CREATURE

Una performance multidisciplinare di musica e danza, dove il fluire libero del subconscio dei performer genera mostri, che vengono evocati e rappresentati tramite la coreutica; una possessione che ha nell’atto del suo accadere la duplice funzione di rivelazione e azione apotropaica. La musica è il catalizzatore empatico e lisergico che guida e accompagna performance e spettatori alla scoperta di un Liber Monstrorum personale ma condiviso, in un viaggio emozionante e visionario.


Francesco Cigana (percussioni e elettronica)

Giulia Russo (danza)

Astrid Bramming (danza)

Creature

Wednesday, July 21, 2021, 7:00 PM

Considerato come “uno dei più influenti percussionisti degli ultimi 20 anni” (Modern Drummer 2006), Andrea Centazzo si è esibito nei più importanti festival e stagioni concertistiche, sia in Europa che negli Stati Uniti, come solista, direttore d’orchestra e in combinazione con altri grandi artisti. Dall’inizio degli anni 70 fino agli ultimi anni ha condiviso palco e studio con molti grandi percussionisti, suonando in duetti, trii e ensembles con Barry Altschul, David Moss, Andrew Cyrille, Pierre Favre, Alex Cline, Tony Oxley, Paul Lovens, Paul Lytton, Steve Hubback, Gino Robair e molti altri. Negli anni ha ricevuto una serie di prestigiosi premi musicali e video (Premio della Critica Discografica, Poll Downbeat Magazine, International Video Festival di Tokyo, Premio Arcanal della Cultura Francese, Jazz Forum Critic’s Poll, Premio Bruce Chatwin, Premio Dramalogue, e moltialtri). Nel 2006 il BOX celebrativo del 30° anno di attività della sua casa discografica ICTUS è stato nominato Box Set del 2006 dai giornalisti dell’associazione americana Jazz Critics. Da 20 anni Centazzo ha lavorato su esperienze multimediali, combinando musica dal vivo con le sue immagini video, mescolando strumenti tradizionali con le più recenti tecnologie di musica digitale. In questo set Centazzo presenta un set di strumenti acustici e non, usando computer e sequencer con campioni digitali, dove le sue melodie sapientemente mescolate con elementi minimalisti e virtuosistiche improvvisazioni percussive creano una musica al di là di ogni aspettativa. Manca da Padova da più di 20 anni, e questo concerto rappresenta perciò un'occasione rara e preziosa di ascoltare un indiscusso maestro della musica contemporanea, un pioniere multidisciplinare che sa ancora stupire, affascinare oltre che ispirare le giovani generazioni.


In collaborazione con A Love Supreme Impro Festival e Centro d’Arte degli Studenti dell’Università di Padova.


In apertura: CREATURE

Una performance multidisciplinare di musica e danza, dove il fluire libero del subconscio dei performer genera mostri, che vengono evocati e rappresentati tramite la coreutica; una possessione che ha nell’atto del suo accadere la duplice funzione di rivelazione e azione apotropaica. La musica è il catalizzatore empatico e lisergico che guida e accompagna performance e spettatori alla scoperta di un Liber Monstrorum personale ma condiviso, in un viaggio emozionante e visionario.


Francesco Cigana (percussioni e elettronica)

Giulia Russo (danza)

Astrid Bramming (danza)

APS Circolo Nadir
Circolo Nadir, Piazzetta Gasparotto 10, Padova
circolonadir[at]gmail.com

Trasparenza

© 2021 Circolo Nadir