Nicola Manzan - La città del disordine

Saturday, July 10, 2021, 7:00 PM

Nicola Manzan, polistrumentista già fondatore del progetto Bologna Violenta, presenta il primo disco a suo nome: “La città del disordine. Storie di vita dal Manicomio di San Lazzaro”.

Uscito a maggio 2021 e concepito proprio per il Museo di Storia della Psichiatria di Reggio Emilia, l’opera traspone in musica documenti d’archivio, cartelle cliniche e lettere di pazienti ricoverati tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, delineando ritratti di vite vissute ai margini e raccontando la fragilità come elemento costitutivo del valore dell’essere umano.

▪ Spiega lo stesso Nicola Manzan: “Mi sono riproposto di comporre musiche che sottolineassero il carattere, la personalità e i diversi stati d’animo dei vari soggetti, tralasciando gli aspetti più orrifici della vita ospedaliera e delle cure a cui erano sottoposti i ricoverati, ma cercando invece di raccontare il loro aspetto più umano, spesso intriso di tristezza, e la condizione mentale in cui si trovavano. Ne sono usciti brani in cui i temi del piano elettrico si fondono agli accordi dell’organo, in cui gli archi dialogano coi sintetizzatori, con soluzioni a volte ardite, a volte molto classiche e melodiche. Questo disco è la mia interpretazione in musica di vite contraddistinte da momenti difficili, spesso irrisolti, di persone che tante volte hanno visto la fine dei propri giorni dentro le mura di un manicomio in forma di città che era diventato la loro casa.”

▪ Il progetto a cura di Georgia Cantoni (Musei Civici di Reggio Emilia), con testi di Chiara Bombardieri (Biblioteca scientifica Carlo Livi) e musica di Nicola Manzan, ha l’obiettivo di comunicare il Museo di Storia della Psichiatria e la straordinaria esperienza che custodisce incentrata proprio sulla diversità, sul disagio ed il suo superamento, tematiche oggi più che mai attuali anche nel contesto della pandemia Covid-19 che ha riportato il vissuto della segregazione, della infermità e della cura nella esperienza quotidiana di tutti.

▪ Nicola Manzan è un violinista, polistrumentista e produttore trevigiano noto al grande pubblico per suo personale progetto di musica sperimentale denominato BOLOGNA VIOLENTA. Sotto questo pseudonimo ha pubblicato sei album, cinque Ep e svariati singoli, remix e progetti tra l’harsh noise, l’hardcore e la musica contemporanea. Ha inoltre lavorato in studio e dal vivo con artisti italiani ed internazionali, tra cui Baustelle, Ligabue, Lo Stato Sociale, Fast Animals and Slow Kids, Il Teatro degli Orrori, MezzoSangue. Dal 2018 collabora stabilmente con le band Ronin e Torso Virile Colossale nei ruoli di chitarrista e violinista.

Nicola Manzan - La città del disordine

Saturday, July 10, 2021, 7:00 PM

Nicola Manzan, polistrumentista già fondatore del progetto Bologna Violenta, presenta il primo disco a suo nome: “La città del disordine. Storie di vita dal Manicomio di San Lazzaro”.

Uscito a maggio 2021 e concepito proprio per il Museo di Storia della Psichiatria di Reggio Emilia, l’opera traspone in musica documenti d’archivio, cartelle cliniche e lettere di pazienti ricoverati tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, delineando ritratti di vite vissute ai margini e raccontando la fragilità come elemento costitutivo del valore dell’essere umano.

▪ Spiega lo stesso Nicola Manzan: “Mi sono riproposto di comporre musiche che sottolineassero il carattere, la personalità e i diversi stati d’animo dei vari soggetti, tralasciando gli aspetti più orrifici della vita ospedaliera e delle cure a cui erano sottoposti i ricoverati, ma cercando invece di raccontare il loro aspetto più umano, spesso intriso di tristezza, e la condizione mentale in cui si trovavano. Ne sono usciti brani in cui i temi del piano elettrico si fondono agli accordi dell’organo, in cui gli archi dialogano coi sintetizzatori, con soluzioni a volte ardite, a volte molto classiche e melodiche. Questo disco è la mia interpretazione in musica di vite contraddistinte da momenti difficili, spesso irrisolti, di persone che tante volte hanno visto la fine dei propri giorni dentro le mura di un manicomio in forma di città che era diventato la loro casa.”

▪ Il progetto a cura di Georgia Cantoni (Musei Civici di Reggio Emilia), con testi di Chiara Bombardieri (Biblioteca scientifica Carlo Livi) e musica di Nicola Manzan, ha l’obiettivo di comunicare il Museo di Storia della Psichiatria e la straordinaria esperienza che custodisce incentrata proprio sulla diversità, sul disagio ed il suo superamento, tematiche oggi più che mai attuali anche nel contesto della pandemia Covid-19 che ha riportato il vissuto della segregazione, della infermità e della cura nella esperienza quotidiana di tutti.

▪ Nicola Manzan è un violinista, polistrumentista e produttore trevigiano noto al grande pubblico per suo personale progetto di musica sperimentale denominato BOLOGNA VIOLENTA. Sotto questo pseudonimo ha pubblicato sei album, cinque Ep e svariati singoli, remix e progetti tra l’harsh noise, l’hardcore e la musica contemporanea. Ha inoltre lavorato in studio e dal vivo con artisti italiani ed internazionali, tra cui Baustelle, Ligabue, Lo Stato Sociale, Fast Animals and Slow Kids, Il Teatro degli Orrori, MezzoSangue. Dal 2018 collabora stabilmente con le band Ronin e Torso Virile Colossale nei ruoli di chitarrista e violinista.

APS Circolo Nadir
Circolo Nadir, Piazzetta Gasparotto 10, Padova
circolonadir[at]gmail.com

Trasparenza

© 2021 Circolo Nadir